>> Villa Medicea
>> Villa Mazzarosa Prini
>> Villa Berni Studiati
>> Villa Fattoria Alliata
>> Villa di Corliano
>> Villa dal Borgo
>> Villa Poschi
>> Villa Roncioni
>> Villa le Molina
Alla scoperta del territorio di San Giuliano Terme.

>> Torri e Castelli
>> Escursioni e Treking
>> La Strada dell'Olio
>> Aree Protette
Tutte le indicazioni utili per alloggiare a San Giuliano Terme

>> Hotel
>> Residence
>> Agriturismo
>> Bed & Breakfast
Tutte le indicazioni utili per passare piacevoli momenti in compagnia.

>> Ristoranti
>> Pizzerie
>> Pub
>> Bar
 
7. Da San Giuliano a Ripafratta

San Giuliano - Passo di Dante - poi per 00 fino a Ripafratta (variante della Rocca).
E' un tratto del “Sentiero Pisa”, segnavia 0-0 del C.A.I., che corre per 35 Km da San Giovanni alla Vena a Ripafratta, lungo il crinale principale del Monte Pisano. In questo tratto in Comune di San Giuliano, si può usufruire per la partenza e l' arrivo delle due stazioni ferroviarie e la distanza è di circa 13 Km, con dislivelli modesti.
Lo 0-0 si imbocca al Passo di Dante, raggiunto con l' it.6. Un sentieretto traversa in quota il brullo versante calcareo del Monte di San Giuliano, incrociando un' antica “via di lizza” di piccola cava sovrastante, e giunge all' altro valico detto le Croci, molto ameno.
Si sale al bosco, dove è il Romitorio abbandonato la Spelonca; poi si torna ad affacciarsi sulla piana del Serchio. Per crinale al Monte Cupola e alle Cimette, m 441, poi per carrareccia al ripiano con castagneto di Casa Roventini (rudere) e a Casa le Croci, da dove si dipartono vari sentieri.
Dopo breve risalita la carrareccia si innesta al termine della Via Panoramica proveniente da Molina di Quosa, che in Km 1.5 scende al Sacrario della Romagna. Lo 0-0 si tiene però più in alto su sentiero, transitando per il valico dei Quattro Venti e Casa Martello. Dalla Romagna si discende obliquamente il versante verso mare del selvatico Monte Maggiore e, lasciata poco a sn la medioevale Torre Centino, si cala alla Chiesa di Ripafratta.
Calcolare circa 5 ore di cammino. Dopo la Torre Centino è stato riaperto un passaggio (in vista dell' altra Torre Niccolai) che permette di visitare l' imponente Rocca di San Paolino, dominante il paese, e di lì scendere direttamente sul lato prospiciente la stazione, dove fino all' ultima guerra rimaneva in piedi, tra il monte e il Serchio, la fortificazione della Repubblica Pisana sulla via per Lucca. Sull' altro lato del fiume si scorgono la Torre Segata e i ruderi del Castello di Cotone.

> Anello di Buti
> Anello di Vicopisano
> Rocca della Verruca
> Anello di Santallago
> Anello di Asciano
> Anello di San Giuliano Terme
> Da San Giuliano Terme a Ripafratta
> Variante per il Moriglion di Penna
> Palestra di arrampicata della Baccanella - Vecchiano

     
English Version
     
 Copyright © 2001-2011
Il Sito di San Giuliano Terme Ideato e realizzato da Mondgraph Studio